OK
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. INFORMAZIONI

Giuseppe Tesauro

  mercoledì 2 luglio 2014, 00.00

Dal 1 gennaio 1998 il prof. Giuseppe Tesauro è Presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

È stato membro della Corte di giustizia delle Comunità europee, in qualità di Avvocato Generale, dal 6 ottobre 1988 al 4 marzo 1998, data in cui ha interrotto il suo secondo mandato a seguito della nomina a Presidente dell'Antitrust.

Professore ordinario di Diritto delle Comunità europee presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Napoli (collocato fuori ruolo). Dal 1982 al 1994 è stato titolare della cattedra di diritto internazionale presso la facoltà di Economia e Commercio dell'Università "La Sapienza" di Roma, dove ha anche diretto l'Istituto di diritto internazionale (1982-1988) e la Scuola di specializzazione in Diritto delle Comunità europee (1984-1988). In precedenza è stato professore ordinario di diritto internazionale presso le facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Napoli (1975-1981) e di Giurisprudenza dell'Università di Messina (1972-1975).

Libero docente di diritto internazionale nel 1969, è stato professore incaricato di diritto internazionale presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Messina e di organizzazione internazionale presso la facoltà di Scienze politiche di Catania (1969-1972).

Procuratore legale dal 1966, avvocato abilitato per le giurisdizioni superiori dal 1972. È stato membro del Consiglio del Contenzioso diplomatico del Ministero degli Affari Esteri.

Si è laureato in giurisprudenza all'Università di Napoli nel 1964, con una tesi in diritto internazionale, e ha proseguito i suoi studi in Germania presso il Max Planck Institut di Heidelberg (1967-68).

Autore di vari volumi di diritto internazionale e di un manuale di diritto comunitario, negli anni ha concentrato la sua produzione scientifica su temi di diritto comunitario, occupandosi, in particolare, della tutela giurisdizionale dei singoli nel sistema comunitario e dei limiti dell'intervento pubblico nell'economia derivanti dalla disciplina comunitaria della concorrenza.

Nato a Napoli il 15 novembre 1942, è sposato, con tre figli.