OK
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. INFORMAZIONI

Quando tutto sarà finito

  venerdì 20 marzo 2020, 19.41
Quando tutto sarà finito: l'editoriale del Direttore Elio Pariota del 19 Marzo 2020

Quando ci lasceremo alle spalle questa brutta storia del Covid-19 nulla sarà come prima: dalla percezione delle nostre priorità ai rapporti interpersonali.
Il mondo sarà diverso: assai meno dipendente dalla tradizionale ideologia riferita al doppio blocco Est-Ovest, e assai più incline a battezzare nuove alleanze geopolitiche.
Si ragionerà ancora per macroaree?
I Paesi finanziariamente più esposti - come l’Italia - saranno ancora saldamente legati all’Europa e all’alleato americano o si faranno ammaliare dalle sirene cinesi e russe?
Quando tutto sarà finito entreremo in un’alba nuova. Che ci imporrà di riflettere se al centro del nostro vivere dovrà esserci più protezione dei diritti sociali o più mercato ed efficienza economica.
Sembra un refrain ripescato 75 anni dopo il secondo conflitto mondiale.
E tornato prepotentemente di moda adesso. Dopo che un virus - tutto sommato neppure dei peggiori- ha scatenato un’altra guerra e messo alle corde un intero Pianeta, impaurito e impreparato.